Home Page
Storia Azienda Vigneti Vini Premi Territorio

Ospitalita'

News Trade Contatti
SauvignFriulanoon Blanc
LE NOSTRE VIGNE


SAUVIGNON
PINOT GRIGIO

FRIULANO
CHARDONNAY
RIBOLLA GIALLA
MERLOT
PIGNOLO
REFOSCO D.P.R.

 

 

 

 

Ribolla Gialla

Origini e cenni storici
Possiamo definirlo un vitigno autoctono friulano. Tra i vini friulani apprezzati nel XII sec. Vi era la Rabiola del Collio. Tutta una serie di documenti storici ne attestano la coltivazione nel Goriziano e nel territorio friulano. Molto apprezzati erano i filtrati dolci di Ribolla durante l’Impero Austro-Ungarico. Nell’Agricoltura Friulana (1955), un autore anonimo ipotizza che la Ribolla sia in realtà l’antica Avola, importata dai romani.
Sinonimi e omonimie
Rebolla, Ribolla, Ribolla bianca, Rabuèle, Ribuèle zale, Ribolla gialla di Rosazzo, Ribollat, Raibola, Ràbola, Rivuole.
Zone di coltivazione
E’ diffusamente coltivato nelle province di Udine e Gorizia. Esistono due biotipi, la Ribolla Gialla e la Ribolla verde che comunque non ha mai avuto larga diffusione. Probabilmente è la Rebula delle isole ionie e della costa dalmata diffusa dai Veneziani in epoca medioevale.
Caratteristiche ampelografiche del vitigno
Apice del germoglio discretamente espanso, sub-lanuginoso, di colore verde dorato.
Foglia adulta di media grandezza, quasi intera o con tre lobi appena accennati, rotondeggiante. Lembi piano o leggermente a coppa, lobi poco marcati. Pagina superiore ed inferiore glabra.
Grappolo piuttosto piccolo, cilindrico-piramidale, di media compattezza.
Acino medio, di forma discoidale (schiacciato ai poli). Buccia pruinosa, poco spessa, di colore giallo alabastro, punteggiata. Polpa di sapore neutro, dolce, leggermente astringente.
Fenologia
Germogliamento: tardivo
Fioritura: media
Invaiatura: media
Maturazione: medio-tardiva / tardiva
Esigenze ambientali e colturali
Predilige le zone collinari più soleggiate, asciutte, ventilate, scarsamente fertili. Ottimi risultati si ottengono in terreni calcarei in cui raggiunge maturazioni più spinte, arricchendo il profilo aromatico e riducendo quello acidico. Si adatta alle diverse forme di allevamento prediligendo quelle di media espansione. Buoni risultati sia sul cordone speronato che sul guyot a medio alte densità d’impianto.
Sensibilità alle malattie e alle avversità
E’ soggetta a fenomeni di colatura ed attacchi di marciume dell’uva nelle annate particolarmente umide. Il germogliamento tardivo permette di sfuggire alle brinate primaverili.
Utilizzo enologico e caratteristiche del vino
Produce un vino di colore giallo paglierino poco intenso con riflessi verdognoli, delicato al naso, franco in bocca con acidità sostenuta.. Viene prodotto in purezza o usato per tagliare altri vini per aggiungere freschezza. Negli ultimi anni, viste le caratteristiche di media – bassa alcolicità e buona acidità, ha trovato una posizione molto importante come base spumante.

Copyright 2004 - Catalogo Generale 2003 di Vitis Rauscedo Soc. Coop. a r.l

 

 

 

Eugenio Collavini Viticoltori - Via della Ribolla Gialla, 2 - Corno Rosazzo (Ud) Italy - tel +39 0432 753222 - fax +39 0432 759792 - www.collavini.it
© 2011 Collavini | Web Design: BRPACIFIC

Social Media

 

Facebook Collavini Linkedin