Home Page
Storia Azienda Vigneti Vini Premi Territorio

Ospitalita'

News Trade Contatti
SauvignFriulanoon Blanc
LE NOSTRE VIGNE


SAUVIGNON
PINOT GRIGIO

FRIULANO
CHARDONNAY
RIBOLLA GIALLA
MERLOT
PIGNOLO
REFOSCO D.P.R.

 

 

 

Pignolo

Origine e cenni storici
Con il termine Pignolo vengono indicati diversi vitigni che, seppur contraddistinti da differenti caratteristiche, presentano una particolare conformazione del grappolo ovvero molto compatta. Numerose sono infatti le citazioni all’interno della viticoltura italiana riguardo vitigni chiamati Pignolo o con nomi simili (Gallesio, 1817 – 19; Acerbi, 1825; Odart, 1849; Di Rovasenda, 1877). Il vitigno in questione è tipico della viticoltura friulana; secondo una citazione del Di Manzano (1859) già nel XII secolo era conosciuto il vino derivante da questa varietà. Il Pignolo come altri antichi vitigni friulani ha rischiato l’estinzione.
Sinonimie e omonimie
Pignul.
Zone di coltivazione
La zona tradizione di coltivazione di questo vitigno è rappresentata dalla provincia di Udine, in particolar modo i comuni di Corno di Rosazzo, Buttrio, Manzano e Premariacco.
Caratteristiche ampelografiche del vitigno
Apice del germoglio di colore rosso vivo, peloso.
Foglia adulta piccola, trilobata. Seno peziolare aperto e profondo. Lembo di colore verde intenso, lamina sottile, ma consistente a margini leggermente revoluti. Nervature rilevate rosse alla base.
Grappolo di piccole dimensioni, di forma cilindrica, semplice, serrato.
Acino piccolo, rotondo, buccia pruinosa, spessa, piuttosto coriacea, leggermente tannica, di colore nero. Polpa molle, di sapore semplice, dolcissima.
Fenologia
Germogliamento: medio – tardivo
Fioritura:  medio – tardiva
Invaiatura: medio – tardiva
Maturazione: tardiva
Esigenze ambientali e colturali
Si presta alla coltivazione in terreni argilloso calcarei. Presenta produzione scarsa, ma costante. Viene tradizionalmente allevato a guyot, a sylvoz o alla “cappuccina”. Se innestato su alcuni cloni il 420° può presentare fenomeni di disaffinità.
Sensibilità alle malattie e alle avversità
Presenta elevata sensibilità nei confronti delle principe crittogame, in particolare modo verso l’oidio.
Utilizzo enologico e caratteristiche del vino
Da queste uve si ottengono vini dal colore rosso carico, dai sentori fruttati, al gusto gradevolmente tannico e con buon tenore alcolico.

Copyright 2004 - Catalogo Generale 2003 di Vitis Rauscedo Soc. Coop. a r.l

 

 

 

Eugenio Collavini Viticoltori - Via della Ribolla Gialla, 2 - Corno Rosazzo (Ud) Italy - tel +39 0432 753222 - fax +39 0432 759792 - www.collavini.it
© 2011 Collavini | Web Design: BRPACIFIC

Social Media

 

Facebook Collavini Linkedin